Infanzia

L’intervento educativo si fonda sulla base di una pedagogia che promuove le competenze individuali senza ricorrere a formule standardizzate – non si utilizzano album con schede – e schemi di sviluppo rigidi.

Finalità

Offrire ai bambini occasioni di apprendimento dei saperi e dei linguaggi culturali di base; far sì che i bambini acquisiscano gli strumenti di pensiero necessari per apprendere a selezionare le informazioni; promuovere la capacità dei bambini di elaborare metodi e categorie che siano in grado di fare da bussola negli itinerari personali di esplorazione e comprensione del mondo; favorire l’autonomia di pensiero di ciascun bambino orientando la proposta didattica alla costruzione di saperi che nascano dai concreti bisogni formativi di ciascun individuo. Nella definizione e nella realizzazione delle strategie educative e didattiche si tiene conto della singolarità e complessità del singolo bambino, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, delle sue capacità e delle sue fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e formazione, attraverso la pedagogia dei punti di sospensione e delle pause, la “Pedagogia della lentezza, che coniuga il fare con una profonda consapevolezza della propria ed altrui partecipazione al fare.

Innovazione Educativa:

Attuazione di progetti di innovazione educativa attraverso esperienze che vanno dall’attuazione con i bambini di una programmazione rinnovata a più complesse esperienze di ricerca azione. I progetti innovativi vengono presentati e condivisi in occasione di appuntamenti seminariali rivolti a tutto il personale docente della scuola.

Attuazione e implementazione di esperienze di continuità educativa sia con il nido che con la scuola primaria dell’Istituto.

Progetto Educativo: LA BELLEZZA DELL’ARTE APRE LE PORTE A DIO

Obiettivi:
Accedere alla fede attraverso l’arte
Arte come sorgente di armonia e pace
Arte come testimone del Signore
Arte come strumento di crescita
Arte unisce passato presente e futuro
Arte coinvolge nel medesimo sguardo la diversità promuovendo l’unicità
Arte come la capacità di comunicare con tutto il corpo e tutti i sensi
Arte per educare al bello
Arte per decondizionare dagli stimoli che deformano il gusto
Arte per nutrire la curiosità e l’esplorazione componenti necessarie della creatività

 

L’Arte è un linguaggio, una forma di comunicazione che permette di dire ciò che le parole non riescono ad esprimere.

 

ARTE è: uscire dagli schemi delle esperienze predefinite e accettare la sfida creativa

Esperienza Musicale:

Personale professionalmente qualificato, parte integrante dello staff educativo promuove nel corso dell’anno un percorso che avvicina il bambino al linguaggio musicale ( canto, movimento, ritmo, utilizzo di strumenti musicali, educazione all’ascolto) per arricchire il suo bagaglio espressivo globale. Il laboratorio prevede un incontro alla settimana. Inoltre questa attivita’ diventa occasione per allestire interventi musicali o esperienze vissute dai Bambini durante l’anno per condividere il percorso svolto. 

Le Uscite Didattiche:

Costituiscono per il bambino la possibilità di venire in contatto con ambienti e situazioni che arricchiscono la proposta didattica, sono programmate tenendo conto della programmazione svolta durante l’anno. Rappresentano un modo guidato per osservare il mondo e conoscere cose nuove. Ogni anno se ne svolgono solitamente due una di tipo naturalistico, l’altra culturale.

Progetto EQUI-LIBRO:

Il progetto Equi-libro è ormai al terzo anno. E’ un’esperienza di lettura in sezione da parte dei genitori.

OBIETTIVO:
Creazione di una biblioteca in ogni classe per i bimbi, I genitori possono acquistare dei libri anche in cooperazione (un libro per 2 o 3 bimbi) portarli a scuola e condividerli. Ogni lunedi i bambini possono prendere un libro che poi riconsegneranno il lunedi successivo. Ogni settimana una lettura differente, che vedrà impegnati in uno “spazio temporale” la diade genitore-bambino.

Il progetto prevede inoltre che i genitori (2 letture al mese su prenotazione) siano ospitati in sezione per leggere un libro a loro scelta insieme agli insegnanti e ai bambini. La lettura in classe è aperta anche ai nonni.

Partecipazione a Concorsi o Iniziative:

Negli anni puo’ ripetersi la possibilità di rendersi “visibili” all’esterno anche attraverso la partecipazione ad eventi sul territorio, come ad esempio:

Partecipazione al concorso “Testimone della Terra” EarthdayItalia aprile 2016
Partecipazione al Concorso “Equilibro- Sezione Sardus Pater”, in collaborazione con le Associazioni Sostegno e Circolo Culturale Quattro Mori. Il concorso consisteva nella lettura di una fiaba tratta dal libro “Fiabe della Sardegna” di Fabio Melis e la rappresentazione della fiaba attraverso disegni. Dicembre 2018

Momenti Speciali:

L’anno scolastico è scandito da alcuni gesti particolarmente significativi. Per alcuni di essi è previsto il coinvolgimento dei genitori in attività laboratoriali al fine di favorire la conoscenza e la collaborazione tra gli operatori della scuola e le famiglie e tra le famiglie stesse.

LA FESTA DI CARNEVALE: per festeggiare attraverso dei laboratori esperenziali in cui si costruiscono insieme delle maschere, e si vive il clima festoso del carnevale.

IL NATALE: caratterizzato da momenti di condivisione attraverso attività di canto, drammatizzazione legati alla nascita di Gesù. 

FESTA DEI FIORI: momenti da trascorrere insieme un “tempo condiviso” di giochi e laboratori.

LA FESTA DELLA FAMIGLIA: è il momento che coinvolge tutta la Scuola e dove ogni soggetto dà il suo contributo alla costruzione del gesto in cui la scuola si esprime come comunità.

Programma Linguistico della Scuola Infanzia:

L’impatto con la seconda lingua è parte integrante dell’attività educativo-didattica della nostra scuola dell’infanzia. Le insegnanti specialiste propongono un laboratorio di due ore ogni giorno per un totale di 10 ore la settimana. La proposta fa leva sulla forte capacità ricettiva del bambino in età prescolare a qualsiasi forma di comunicazione. Questa naturale apertura al nuovo e al diverso facilita la comprensione e l’imitazione di ciò che i bambini ascoltano e incontrano. La lingua inglese viene proposta come esperienza inserita nella loro quotidianità, questo favorisce l’assimilazione di suoni diversi, la comprensione dei loro significati e permette di mantenere nel tempo l’atteggiamento di apertura proprio dei bambini di questa età. Sarà questa la base positiva sulla quale si inseriranno i successivi interventi per l’apprendimento della lingua inglese.

Attuazione e implementazione di esperienze di continuità educativa sia con il nido che con la scuola primaria dell’Istituto.

Contattaci

7 + 8 =

ISTITUTO ANNA MICHELI

Via Ludovica Albertoni, 41
00152 – Roma

Telefono

(+39) 06 538292