Il 14 Dicembre scorso, poco prima delle vacanze di Natale, abbiamo offerto agli studenti delle ultime classi della scuola primaria e della secondaria di primo grado un’opportunità… stellare!

Gli astrofisici del progetto Speak Science dell’università Roma Tre hanno montato nella nostra palestra un planetario portatile, una cupola dall’aspetto fantascientifico e, per qualcuno di noi adulti, anche un po’ preoccupante

Al suo interno abbiamo vissuto un’esperienza che ha lasciato molto contenti tanto i piccoli quanto i grandi. Tutto è iniziato dal più semplice e quotidiano dei gesti: alzare il naso e guardare in su.

Tolto l’inquinamento luminoso, tolto il velo dell’atmosfera, ci si sono rivelati pianeti, costellazioni, galassie, e ognuno ha potuto sentirsi un po’ astronauta, imparando contemporaneamente a riconoscere, nel cielo notturno, gli oggetti meglio visibili nel nostro emisfero.

— Maestro Daniele, 5a primaria